Condominio e opere vietate ex art. 1122 c.c.: è irrilevante la sanatoria

Se un condomino realizza opere che rappresentano sia un abuso edilizio sia un danno per le parti comuni, è irrilevante la sanatoria

In caso di realizzazione di opere illegittime da parte del singolo condomino su cose di sua proprietà esclusiva, l'eventuale provvedimento di condono di cui all'articolo 31 della legge n. 47 del 1985, essendo diretto alla sola regolamentazione dei rapporti tra l'autore dell'illecito e l'amministrazione pubblica, non può comprimere i diritti soggettivi dei privati, nella specie, i condomini, cui è, pertanto, consentito chiedere la riduzione in pristino (Cassazione, sentenza del 6 agosto 1999, n. 8486).

Tags:

Leggi anche

  1. In tema di condominio, sono vietate le opere che danneggiano le parti comuni, anche se costruite su aree di proprietà esclusiva

  2. E' nulla la divisione della comunione in presenza di un abuso edilizio (Cassazione, Sezioni Unite, sentenza 25021/2019)

  3. Agenzia delle Entrate - Risoluzione 112/E: per l'esenzione dal bollo auto dei veicoli pluriventennali non è necessaria l'iscrizione nei registri FMI