Immigrati: intesa Viminale-comuni sulle procedure di regolarizzazione badanti

Roma, 28 agosto 2009 - Si è raggiunto l'accordo sulle modalità e sulla procedura per la presentazione delle domande di regolarizzazione di badanti e colf.

I ministri dell'Interno e del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, Roberto Maroni e Maurizio Sacconi, insieme al presidente dell'Anci, Sergio Chiamparino, lunedì 31 agosto alle ore 11.30, presso la Prefettura di Milano, firmeranno, alla presenza della stampa, un'intesa che riguarda le attività di collaborazione ed assistenza da parte dei Comuni, per le dichiarazioni di emersione dal lavoro irregolare che partirà dal giorno successivo, martedì 1° settembre. Lo riferisce una nota del Viminale.

Con la discesa in campo dei servizi comunali, spiega la nota, si amplia la platea degli enti, istituzioni, patronati e associazioni che, già dal 2007, sono partner dei ministeri dell'Interno e del Lavoro nell'aiuto ai cittadini che partecipano alle procedure telematiche.

Come è noto la procedura per l'emersione del lavoro irregolare che interessa i lavoratori extracomunitari addetti all'attività di assistenza alla persona o al lavoro domestico, è esclusivamente on-line, gratuita e disponibile dal 1° al 30 settembre sul sito www.interno.it.

Leggi anche

  1. È illegittima l'archiviazione del procedimento di emersione colf-badanti se il lavoratore non è stato convocato

  2. Non possono beneficiare della "sanatoria" colf-badanti del 2009 gli stranieri condannati per aver violato l'ordine di allontanamento del questore (ma solo in certi casi)

  3. Immigrazione: estesa da 90 a 120 giorni la durata massima del soggiorno dei minori stranieri in Italia