Il genitore naturale può impugnare il provvedimento di adozione

In materia di adozione in casi particolari, il genitore naturale è il rappresentante legale del minore e quindi è legittimato ad impugnare il provvedimento di adozione

In materia di adozione nei casi particolari previsti dall'articolo 44 della Legge n. 184/1983, il genitore naturale del minore adottando può impugnare il provvedimento di adozione, purchè non sia decaduto dalla potestà genitoriale.

Egli, infatti, è ancora il rappresentante legale del minore e, come tale, è parte processuale nel procedimento di adozione.

Può dedurre, a sostengo dell'impugnazione, sia vizi di merito sia vizi formali o procedurali, essendo questi comunque inerenti all'interesse del minore (Cassazione, sentenza del 25 giugno 2008, n. 17445).

Tags:

Leggi anche

  1. Procedimento e funzioni consolari per l'adozione di minore italiano da parte di genitori residenti all'estero

  2. Nel procedimento per la dichiarazione di adottabilità, il Tribunale può adottare provvedimenti provvisori nell'interesse del minore.

  3. Il coniuge non assegnatario dell’ex casa coniugale può godere dell’esenzione dall’ICI