Sospensione della cartella: diritto al risarcimento per iscrizione di ipoteca

Equitalia non può iscrivere ipoteca, nè chiedere il fermo del veicolo, se la cartella presupposta è stata sospesa in via cautelare, pena il risarcimento del danno

In caso di sospensione della cartella esattoriale, nel corso del giudizio di impugnazione della stessa, Equitalia non può disporre misure cautelari, quali il fermo del veicolo o l'iscrizione ipotecaria.

Qualora procedesse in tal senso, sarebbe tenuta a risarcire i danni al contribuente.

A tal proposito la Commissione tributaria provinciale di Roma ha espressamente riconosciuto il diritto al risarcimento anche in via equitativa ai sensi dell'articolo 96 del Codice di procedura civile, e quindi anche in mancanza di una prova certa sull'esatto ammontare del danno (CTP Roma, sentenza del 22 aprile 2013, n. 241/1/2013).

Tale diritto, per altro, era stato già riconosciuto dalla Cassazione a Sezioni Unite con la sentenza n. 3057/2009.

 

Leggi anche

  1. Legge n. 106/2011: nuovi limiti all'iscrizione di ipoteca sull'abitazione principale; obbligo di comunicazione; decisione sulla sospensione entro 180 giorni; esonero dalle spese di cancellazione del fermo

  2. Per dimostrare l'avvenuta notifica della cartella, l'Equitalia deve depositare anche l'originale o la copia della cartella con la relata in calce

  3. Il contribuente ha diritto alla riduzione delle sanzioni se non ha ricevuto l'avviso bonario prima della cartella.