Obblighi di assistenza familiare - impossibilità di adempiere

Non sussiste il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare se l'obbligato è impossibilitato ad adempiere, non per sua colpa o negligenza

In tema di violazione degli obblighi di assistenza familiare, il Tribunale di Ivrea ha ribadito che l'omesso versamento dell'assegno di mantenimento stabilito dal giudice civile in sede di separazione non necessariamente integra il reato previsto dall'articolo 570 del Codice penale.

E' sempre necessario, infatti, verificare se comunque al beneficiario siano mancati i "mezzi di sussistenza".

Il concetto di "mezzi di sussistenza" comprende solo ciò che è strettamente necessario per vivere e quindi non coincide con il più ampio concetto di "mantenimento".

In ogni caso, occorre anche verificare l'effettiva capacità economica dell'obbligato: se questi si trova nell'impossibilità di adempiere perchè privo delle necessarie risorse, non potrà essere riconosciuto penalmente responsabile, purchè, ovviamente, l'indisponibilità dei mezzi economici non sia a sua volta dovuta alla colpa dello stesso obbligato (Tribunale di Ivrea, sentenza del 15 settembre 2014, n. 378).

Leggi anche

  1. In caso di impossibilità di affidamento preadottivo, è possibile adottare un minore ai sensi dell'articolo 44 della legge sull'adozione n. 183/84

  2. L'assegnazione della casa familiare è opponibile a terzi anche se il provvedimento di assegnazione non è stato trascritto

  3. Il trasferimento dell'assegnatario è causa di revoca del provvedimento di assegnazione.