Abusi edilizi: l'erede è obbligato alla demolizione

L'ordine di demolizione di un immobile abusivo obbliga anche gli eredi

La Cassazione ha affrontato la questione relativa all'efficacia nei confronti degli eredi dell'ordine di demolizione di un immobile abusivo, acquistato per successione.

Nel caso di specie, vi era stata una sentenza di condanna per reato edilizio nei confronti del reo, poi deceduto successivamente alla irrevocabilità della sentenza.

La sentenza di condanna conteneva anche l'ordine di demolizione del fabbricato abusivo.

Orbene, la Cassazione ha ritenuto che tale ordine conserva la sua efficacia anche nei confronti degli eredi, non avendo natura di sanzione penale.

Inoltre, aggiunge la Corte, l'interesse paesaggistico e urbanistico sotteso all'ordine di demolizione, prevale sull'interesse privatistico alla conservazione del manufatto, per cui il carattere personale della sanzione assume una rilevanza secondaria (Cassazione, sentenza del 9 settembre 2015, n. 36687).

Leggi anche

  1. L'occupazione abusiva di immobili destinati all'edilizia pubblica agevolata non costituisce reato se l'occupante versa in stato di necessità

  2. La duplicazione abusiva di un programma per elaboratore è reato anche se tale duplicazione non è finalizzata a scopi commerciali o imprenditoriali.

  3. In materia di rifiuti, il produttore è penalmente responsabile se non verifica l'affidabilità e le autorizzazioni in capo al soggetto al quale conferisce i rifiuti per lo smaltimento